domenica 7 marzo 2010

La pineta di classe, storia di un sal

A maggio del 2008 Manu ha organizzato un sal bellissimo "La pineta di classe" di Renato Parolin.



 Entusiasta, sono stata scelta da questa stoffa marmorizata della dmc e mi sono fatta tentare dal filo di lino verde...



Dopo un mese o poco più i risultati erano questi



Non riuscivo proprio ad andare avanti, il filo si rompeva sempre. La gugliata all'inizio era bella piena, ma dopo un pò inziava a sfilacciarsi durante il ricamo fino a spezzarsi. Non so quante volte ho dovuto interrompere e prendere una gugliata nuova.


Prima dell'estate, preiodo nero per i vari lavori di ristrutturazione della casa, ero a questo punto. Non mi veniva mai voglia di prenderlo in mano... Trovavo ogni scusa per lasciarlo nella borsa. E pensate che finite le varie odissee ho anche tentato di continuarlo, ero arrivata a ricamare tutto il pino centrale. Ma sul più bello, oltre ad essermi accorta che avevo sbagliato gran parte della chioma, mi sono stufata di quel tipo di filo.
L'anno scorso al mare mi è venuta voglia di riprenderlo in mano e il risultato


Ho cambiato filo è un ancora 1004. Ora però ho organizzato un sal


La prima tappa finirà il 30 marzo, chiunque abbia voglia di unirsi è ancora in tempo.


1 commento:

  1. che storia travagliata questo povero pino!
    dai che stavolta andrà meglio!

    RispondiElimina