venerdì 25 giugno 2010

Ogni volta è come la prima volta


2 anni fa ormai si è spostata la mia vicina di casa, che per ironia della sorte, nel momento in cui ho finito il quadretto è diventata mamma...

Però, siccome alla base di una famiglia si è sempre in due, gliel'ho regalato lo stesso :o)


giovedì 17 giugno 2010

Un aiutino per il sal cottage

Se a qualcuna venisse voglia di ricamare il cottage, mi è venuta la brillante idea di pubblicare di fianco alla griglia dei filati madeira la conversione dmc.

Eccola


E buon lavoro :o)


Preparativi del sal cottage

Visto che siamo alla vigilia di un we al mare e il tempo non si sa cosa ci riserva, mi sto preparando la borsa del lavoro.
Ovviamente dentro ci saranno la pineta, il sal mutandoni e il cottage... Vediamo cosa riesco a produrre in tre giorni...
Stamattina intanto ho cercato la conversione dei filati da madeira a dmc, visto che oggi organizzo con un'amica una spedizione in un negozietto vicino a Longare. Si sa mai che trovo qualcos'altro da mettere in lista dei desideri!!!

Dotti69 de "Il meraviglioso mondo del punto croce"  mi ha consigliato il convertitore di casa cenina e ne ho trovata un'altra ben fatta nel sito miniguistitch. Per la tabella clikkate qui

giovedì 10 giugno 2010

Google da oggi da la possibilità di personalizzare la pagina iniziale e ho trovato questa foto




Subito mi è venuta in mente la poesia di un anonimo brasiliano (ne ho scoperto la provenienza cercandola su internet)

Questa notte ho fatto un sogno,

ho sognato che ho camminato sulla sabbia
accompagnato dal Signore
e sullo schermo della notte erano proiettati
tutti i giorni della mia vita.

Ho guardato indietro e ho visto che
ad ogni giorno della mia vita,
apparivano due orme sulla sabbia:
una mia e una del Signore.


Così sono andato avanti, finché
tutti i miei giorni si esaurirono.


Allora mi fermai guardando indietro,
notando che in certi punti
c'era solo un'orma...
Questi posti coincidevano con i giorni
più difficili della mia vita;
i giorni di maggior angustia,
di maggiore paura e di maggior dolore.

Ho domandato, allora:
"Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me
in tutti i giorni della mia vita,
ed io ho accettato di vivere con te,
perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti
più difficili?".


Ed il Signore rispose:
"Figlio mio, Io ti amo e ti dissi che sarei stato
con te e che non ti avrei lasciato solo
neppure per un attimo:
i giorni in cui tu hai visto solo un'orma
sulla sabbia,
sono stati i giorni in cui ti ho portato in braccio"

Lavender tranquil: atto finale

Squillino le trombe, rullino i tamburi...
Ieri sera sono rimasta alzata fino a mezzanotte e venti nonostante stamattina avessi un colloquio con una scuola, ma dal risultato credo ne sia valsa la pena!!!!



Se ne è innamorata anche mia zia e ieri mi dice: "Non è che ne fai uno anche per me vero?..."

mercoledì 9 giugno 2010

Sal della pineta: raccolta prima tappa

Andando nel forum mi sono accorta che le nostre tappe finite sono sparse, allora ho pensato di raccoglierle
in unico post per far risaltare la creatività di ognuna


La prima a terminare è stata Nicoletta


 

A ruota ci siamo io



Solenotturno




mamma_monica che brava com'è ha già finito la seconda tappa




e Pittrice






martedì 8 giugno 2010

Lavender tranquil: progressi



Ieri sera finalmente sono riuscita a ricamare un pò, devo dire con risultati soddisfacenti. Piano piano arriviamo alla meta...


martedì 1 giugno 2010

Lavender tranquil: la vendetta

Ebbene, sul fronte punto croce, sto avendo la meglio... La lavanda in sè ormai è sbocciata!
Ora mi mancano il contorno nella parte destra e la scritta tranquil.
A presto col risultato finaleeeeeeeeee


Strapazzami di coccole



Una chicca felina prima di andare a preparare la cena...

Il tiramisu, una chicca per chi è giù di morale


Desiderosa di cimentarmi nella preparazione di questo dolce così paradisiaco ho scoperto il sito giallozafferano che adesso si è dotato anche delle spiegazioni video.

Parliamo, però, del tiramisu, che ogni regione vorrebbe aver inventato. Se lo contendono in tre: Toscana, Piemonte e Veneto:
Qualcuno dice che abbia qualità afrodisiache, sarà vero? La cosa certa è che, oltre a essere una bomba calorica, unisce tutti i gusti che una persona possa desiderare.

Il dolce della crema, l'amaro del cacao e il sapore energizzante del caffè.

Ingredienti

Cacao in polvere q.b.
Cioccolato q.b.
Uova 6 medie
Savoiardi 400 g
Caffè q.b.
Mascarpone 500 g
Zucchero 120 g + 2 cucchiai per il caffè

Preparazione
Preparate il caffè, tanto quanto basta per inzuppare i savoiardi, versatelo in una ciotola e, se volete zuccheratelo a piacere.
Lasciatelo intiepidire.
Montate i tuorli delle uova insieme a metà dello zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso.
Lavorate poi il mascarpone con uno sbattitore o un cucchiaio di legno, fino a ottenere una crema senza grumi. Unite, sempre sbattendo, il composto di uova e zucchero preparato in precedenza.
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale; aggiungete la restante metà dello zucchero e, con un mestolo di legno uniteli poco alla volta al composto di mascarpone e tuorli.
Adagiate in un contenitore i savoiardi e iniziate a bagnarli col caffè; dovranno essere ben imbevuti, ma non zuppi.
Ricoprite i savoiardi con uno strato di crema al mascarpone livellandolo con una spatolina.
Spolverizzate con il cacao amaro in polvere e predisponete un secondo strato di savoiardi in senso opposto rispetto a quelli sotto (es, se il primo strato sono verticali, nel secondo dovranno essere orizzontali).
Ricopriteli con la restante crema.
Terminata questa operazione spolverizzate con abbondante cacao amaro la superficie del dolce e aggiungete una manciata di scaglie di cioccolato. Riponetelo poi in frigo per qualche ora affinchè si compatti.

Prima o poi provo un'altra versione che ho scoperto nell'agriturismo in cui vado di solito. Vi farò sapere...

E voi come lo fate?

Pasta con melanzane e salsiccia

Visto che sono stata tanto lontana dal blog oggi mi sfogo con alcune ricettine da leccarsi le orecchie...

La prima è pasta con melanzane e salsiccia








Preparazione e cottura 20 minuti (non è vero, ci vuole un pò di più)

Ingredienti
350 gr di pasta
200 g di salsiccia
250 g di pomodorini
30 g di parmigiano reggiano
2 melanzane
2 cucchiai di olio
timo q.b.
sale q.b.

Preparazione
Mettete a bollire una pentola con abbondante acqua salata.
Tagliate le melanzane a cubetti e doratele in padella con un cucchiaio di olio. Rosolate a parte con pochissimo olio  la salsiccia sgranata.
Dopo qualche minuto, unite i pomodorini, pelati e cubettati, un pizzico di timo e lasciate cuocere per 10 minuti.
Aggiungete quindi le melanzane rosolate.
Nel frattempo cuocete i cellentani (o altra pasta, ho provato anche le ruote e il risultato è buono), scolateli e conditeli con la salsa e una spolverata di parmigiano.

Dopo aver sperimentato questa ricetta con mio marito, mi sono buttata nel farla per una cena di 10 persone... E' stata una grande soddisfazione :)

Ogni giorno ricominciare

... Anche se il successo ti abbandona,
... Anche se un errore ti fa male,
... Anche se un tradimento ti ferisce,
... Anche se un'illusione si spegne,
... Anche se il dolore brucia gli occhi,
... Anche se l'ingratitudine è la tua ricompensa,
... Anche se l'incomprensione ti mozza il sorriso,
... Anche se tutto rimane nell'indifferenza,


RICOMINCIA!

(le madri di Plaza de Mayo a Buenos Aires, Argentina)