mercoledì 29 settembre 2010

il lavoro procede

Da venerdì non prendevo il lavoro in mano e ieri sera sono riuscita a mettere solo poche crocette, ma ecco il primo e il secondo piano quasi ultimati!!!



Non vedo l'ora di finirlo... Mi piace sempre di più, i colori sono una meraviglia, danno allegria

oggi 29 settembre



Un mese è volato tra indecisioni e sicurezze...
Ogni tanto piacerebbe anche a me stare seduta in quel caffè a guardare il mondo che corre. Solo che da brava indecisa, non so mai cosa sia meglio. Se essere frenetica o stare nell'inattività più completa...
A volte mi lascio prendere da troppe cose insieme e poi non ci dormo la notte perchè non capisco a cosa dare la precedenza.
Dubbio amletico che non riuscirò mai a risolvere! A voi come sta andando questa giornata?

venerdì 24 settembre 2010

La settimana è finita

Happy Weekend Graphics

Daniele deve andare a casa per un esame e lo accompagno.

Due giorni di meritato riposo dopo alcune settimane abbastanza intense, sia emotivamente che fisicamente.

Il cottage giace nel cestino dei lavori, ma è a buon punto. Sto per finire anche la prima tappa.

Cercavo qualcosa che potesse aiutarmi a iniziare bene la giornata, dedico anche a voi parole che danno la carica...

Solo tu non sei, dai che ce la fai. Grida pure tu buona giornata

domenica 19 settembre 2010

Per Elisa

Oggi sono passata per il blog di Elisa e ho visto la foto del suo blob contenente catenine, anelli e altre cose difficili da distinguere...

 

Sta cercando un'idea per metterle in ordine. Con l'occasione ha organizzato un giveaway che scadrà il 18 novembre, giorno del suo compleanno.

Tempo fa anch'io non sapevo come ordinare i miei "tesori", avevo un sacco di scatolette e non capivo mai se prendevo quella giusta.

Un giorno sono andata a fare un giro al mercatino della solidarietà nel nostro oratorio e ho avuto una folgorazione per questi sacchettini. Li trovo una delizia!




Ho fatto un esperimento con uno e, vedendo che lo potevo ficcare dappertutto, ho iniziato a regalarlo ad amiche e parenti.
Nelle taschine interne si possono infilare le medagliette, gli anelli e gli orecchini; mentre la parte centrale può contenere le catenine.




Saltiamo i canvenevoli

Il cinema tridimensionale (noto anche come cinema 3-D o cinema stereoscopico) è un tipo di proiezione cinematografica, che grazie ad alcune specifiche tecniche di ripresa, fornisce una visione stereoscopica delle immagini. Per la corretta fruizione sono necessari accorgimenti tecnici sia per la proiezione (servono apparati aggiuntivi ai normali proiettori, e talvolta schermi appositi), che per la visione (occhiali)



I primi film 3-D, a partire dagli anni venti, sfruttavano il sistema dell'anaglifo. Dagli anni cinquanta, durante i quali il cinema tridimensionale ebbe la sua prima ampia diffusione, il sistema più diffuso sfrutta la tecnica della luce polarizzata. Un'altra tecnica moderna è invece quella che utilizza occhiali elettronici a cristalli liquidi.

Queste tecniche sono utilizzate soprattutto per film il cui successo commerciale possa garantire la copertura dei costi di produzione più elevati. Attualmente la proiezione stereoscopica viene applicata in prevalenza a film d'animazione, film d'azione o dove è più grande la necessità dell' "effetto speciale" per il coinvolgimento sensoriale del pubblico.



Vi è mai capitato di vedere un piccione, un cane e una gatta lottare per salvare gli umani? No????

Andate a vedere questo film!
Potrete ammirare le più belle specie di felini, canini e un piccione impegnati a fermare Kitty Galore, ex agente segreto della Meows che vuole mettere in ginocchio i cani per vendicarsi dei padroni che l'hanno sostiuita con un canino mentre lei era in missione segreta....

venerdì 17 settembre 2010

Lavoro e lavoro


Per due giorni non sono riuscita a ricamare. Alla sera ero veramente troppo stanca.

Ho girato per quasi tutta la settimana per trovare la mia nuova via da seguire... Dopo molte esitazioni e riflessioni ho deciso: l'anno prossimo sarò una studentessa di scienze della formazione. Devo capire bene quale ambito scegliere, ma grosso modo ho le idee chiare.

Per ora mi dedicherò ad un corso di tedesco, visto che avendo frequentato il linguistico dovrebbe appartanere al mio bagaglio culturale. Purtroppo la prof non era delle migliori, per anche le nozioni di base sono lacunose e quasi inutili.


 


lunedì 13 settembre 2010

sal cottage: episodio 2

Ieri mi ci sono messa d'impegno e devo dire che sono andata avanti un bel pò.



domenica 12 settembre 2010

partiamo dal tetto

L'unica casa in cui si può scegliere da dove partire!!!

Ecco la prima e la seconda tappa del sal cottage, ci sto lavorando in ogni ritaglio di tempo libero, anche se ieri ormai è già iniziata la terza :(


Ieri sera poi, per mia grande gioia, è passata Sarah con Matteo (il bambino per cui ho ricamato il metro). Sono stati felicissimi perchè ne stavano proprio cercando uno. Matteo ora è lungo 74 cm, per fortuna sono partita da 80!

Inoltre ho avuto una grandiosa cena con tutto il parentado :o)

Solitamente si dice "parenti serpenti", per fortuna nella mia famiglia non è così. Anzi, è un piacere ritrovarci tutti assieme. Sono proprio fortunata, quando qualcuno di noi ha bisogno gli altri cercano sempre di rendersi utili.

Per quante cose brutte possano succedere nella vita, avere accanto la famiglia è davvero essenziale

giovedì 9 settembre 2010

9 settembre

il giorno che abbiamo creato la nostra famiglia,
il giorno che ha unito i nostri cuori tra gioie e dolori,
il giorno che abbiamo deciso di sopportarci e supportarci qualsiasi cosa accada.
Da quel giorno abbiamo vissuto giorni belli e brutti, pesanti e spensierati.

L'importante è che li abbiamo vissuti assieme

sabato 4 settembre 2010

L'APPRENDISTA STREGONE - L'anello con il drago (clip dal film)



Ieri sera, dopo tanto tempo, siamo andati al cinema.
Questo film lo consiglio davvero, gli effetti speciali sono stupendi.

stanchi dei soliti condimenti?

Ho trovato una ricettina niente male per chi è stufo dei condimenti già pronti.

Pasta con mele e curry

ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di fusilli
  • 1 cipolla
  • 2 mele verdi
  • 3 cucchiai di curry
  • 1 cucchiaio di farina
  • 3 dl di brodo
  • 200 g di panna leggera
  • 1 cetriolo
  • 1 foglia di alloro
  • 2 cucchiai di olio
  • sale e pepe

Sbucciamo una mela, tagliamola a metà e eliminiamo il torsolo e i semi. Tagliamola a fette sottili.
Sbucciamo, laviamo e tritiamo la cipolla, poi facciamola rosolare in un tegame con un cucchiaio di olio, uniamo le fette di mela e regoliamo di sale e di pepe.
Quando la mela sarà disfatta, uniamo il curry e la farina.
Mescoliamo, bagnamo con il brodo e aggiungiamo l'alloro.
Abbassiamo la fiamma e cuociamo per 15 minuti.
Prepariamo la pasta e scoliamola al dente. Laviamo la seconda mela, tagliamola a metà, leviamo e semi e affettiamola.
Laviamo e spuntiamo il cetriolo, tagliamolo a rondelle e poi a triangoli.
Incorporiamo la panna al condimento.
Versiamo la pasta nel piatto da portata, condiamola con la salsa, le fette di mela e i cetrioli. Mescoliamo e serviamo subito.

Il risultato è questo :-)



Purtroppo non ho trovato le mele verdi e mi sono accontentata di una mezza via. Forse con quelle verdi il cetriolo rende meglio.
Il sugo però è una vera prelibatezza!!!!

work in progress: terza tappa


Appena posso crocetto ed ecco i risultati, la terza tappa è quasi alla fine. Cerco di sbrigarmi, entro il 9 devo finire il primo piano del sal cottage...

venerdì 3 settembre 2010

Le ricamine






Domani mattina si ricomincia a lavorare, sperando che quest'anno il giro di clienti aumenti un pò...
Un anno come quello passato spero di non viverlo più...
Quasi quasi mi stava davvero venendo voglia di trasferirmi a Londra! Anche lì ci sono problemi grossi, nonostante sembri un'Isola felice, ma almeno ho visto un sacco di gente che lavora. E i giovani hanno la possibilità di sviluppare le loro capacità.
Tante aziende addirittura li sostengono nei corsi di formazione. Qui se non hai già esperienza nessuno ti vuole, un laureato che pur di lavorare, è disposto a mettere a posto scaffali si sente rispondere che non ha le competenze adatte alle loro necessità... E' successo proprio a me, con la cara vecchia Lid'l, non si sono nemmeno disturbati a personalizzare la lettera di risposta... Chissà che pezzo di carta serve per fare la commessa????
Comunque, prendendomi una piccola pausa dalle pulizie ho girovagato tra i blog e in quello di Lara ho trovato questo, è troppo carino e l'ho "rubato"


-Le ricamine credono negli extra-terrestri: infatti hanno sempre in casa almeno un UFO;



-Le ricamine, come i filatelici, fanno collezione di salive altrui, partecipando agli RR;


-Le ricamine hanno tanti ricami per casa ma il 90% ricamato da altre;


-Le ricamine sono grandi sostenitrici della medicina alternativa, infatti, per tenere i familiari in buona salute, praticano loro con costanza l’ago-puntura, lasciando aghi e spilli su divani e poltrone;


-Le ricamine usano più carta carbone di un’impiegata negli anni ‘80 ma non per fare fatture;


-Le ricamine in crisi non si buttano, come le altre donne in un negozio di vestiti o scarpe ma in merceria. Spendendo le stesse cifre;


- Il 90% delle ricamine soffre di una devianza comportamentale non classificata dai medici, lo shopping compulsivo ricamoso: davanti a cassettini pieni di matassine colorate tutto il complesso apparato celebrale femminile si spegne, lasciando posto ad un unico imperativo “Mio mio mio!!”;


-Alle volte, il punto sopra si verifica con le Forbicine: le Scissor-addict (forbicine-dipendenti) aumentano di anno in anno e si assiste così a ricamine che posseggono 7-8 paia di forbicine (di cui forse ne usano un paio);


- Le ricamine hanno strani impulsi verso i colori ma i meccanismi celebrali che portano a certi risultati non sono ancora del tutto chiariti: mediamente sembra che avere meno di 15 nuances per colore provochi loro stati di angoscia profonda che può sfociare in attacchi di panico veri e propri;


- Il suddetto armamentario stranamente manca sempre della giusta tonalità cosigliata per il lavoro scelto;


- Le ricamine, al contrario della maggior parte delle ricamatrici, amano la condivisione di consigli e tecniche;




Infine….le ricamine vivono una piccola mania a colori, che sfocia in comportamenti maniacali ben definiti e riconosibili: se vivete con una ricamina sappiate che ignorarla non serve e che l’ossessione compulsiva non è curabile (incredibilmente molti psicologi ritengono che sia salutare per i nervi!!), abbiate pazienza, assecondatele e approfittate del tempo libero che non dovrete dedicare a queste strane creature, inoltre tenete presente che, con dieci euro di matassine per natale, le farete altrettanto felici che con 800 euro di collana di perle.

mercoledì 1 settembre 2010

1 settembre: the wind of change???




Quest'estate oltre a portare cambiamenti interiori mi ha regalato di nuovo la voglia di crocettare (anche se la mia testa continua a desiderare ardentemente Londra e i suoi meandri).
Al mare, approfittando dei riposini del maritozzo, sono riuscita a finire il metro per il figlio di una mia cara amica...


Ecco gli ingrandimenti divisi in parti, prenderlo bene per intero era un pò difficile



Lo spazio a disposizione non mi ha permesso di sbizzarrirmi come volevo, ma sono ugualmente contenta del risultato