mercoledì 24 agosto 2011

Leggere nutre la mente

More about Tutto per amore o quasi Ricevuto come regalo da MoniK per lo Swap "Nutri la mente", l'ho letto in poco tempo perchè, pur essendo un misto tra americanata condita con sport, goliardia tra amici, famiglia allargata (papà di lei che tradiva ripetutamente la moglie per poi sposarsi, ma solo perchè la donna ufficiale l'aveva lasciato...), tradimento da parte del marito (solo una volta o mille non fa differenza...c'è comuqnue stato), il libro appassiona per la sua vicinanza al quotidiano, alla fatica che si fa per portare avanti un matrimonio per quanto bello possa essere.
Tessa decide di lasciare il lavoro per seguire meglio la famiglia, ma, sebbene sia contenta di averlo fatto, si accorge di sentirsi frustrata e si trova a dover combattere con la noia di giorni tutti uguali, fatti di scuola, panni da lavare ecc, mentre suo marito, chirurgo plastico, continua ad avere soddisfazione nel salvare le vite di bambini che hanno subito incidenti.
Tutto fila liscio fino a quando Valerie è costretta a portare suo figlio Charlie in ospedale...
Già al terzo capitolo si capisce cosa legherà il destino delle due donne, anche se, per fortuna, il finale è buono.
Tuttavia spesso mi riconoscevo in Tessa, nel suo sentirsi una desperate housewife, che a volte si lascia prendere da paturnie ingiustificate, quasi paranoiche.
Il quotidiano, a volte, può essere davvero deprimente e l'altra persona deludere, ma bisogna pensare che "ciascuno debba sforzarsi per il bene dell'altro di trovare la propria felicità individuale, anche nel caso di una vita in comune. E' questo l'unico vero sistema per crescere insieme, anzichè separati" (passo tratto dal libro)....

0 pensieri:

Posta un commento