mercoledì 23 novembre 2011

E finalmente l'ho fatto

Per un lavoro che vi mostrerò quando arriverà a destinazione ho dovuto rassegnarmi ad imparare il punto da me più temuto da quando ricamo....
Il punto nodini o French Knot, chiamato in inglese FK. Io ho usato due fili, mentre voi potete usarne anche uno solo, dipende dalla grossezza che volete dare al nodino.
Prima di scegliere questo video ho girato numerosi siti, perchè, imbranata come sono, più chiare sono le istruzioni e meglio è.






In alternativa ho trovato anche questo disegno che mi sembra piuttosto semplice






Provate anche voi a farlo e poi ditemi le vostre impressioni.... :) Buon lavoro 


martedì 1 novembre 2011

In riva al mare

A noi che siamo gente di pianura
Navigatori esperti di citta'
Il mare ci fa sempre un po paura
Per quella idea di troppa liberta'
.
Eppure abbiamo il sale nei capelli
Del mare abbimo le profondita'
E donne infreddolite negli scialli
Che aspettano che cosa non si sa

Gente di mare che se ne va
Dove gli pare, dove non sa
Gente che muore di nostalgia
Ma quando torna dopo un giorno muore
Per la voglia di andare via.

(Tozzi e Raf)
Il piccolo e anticonformista Gabbiano Jonathan riesce ad intravedere una nuova via da poter seguire, una via che allontana dalla banalità e dal vuoto del suo precedente stile di vita, e comprende che oltre che del cibo un gabbiano vive " della luce e del calore del sole, vive del soffio del vento, delle onde spumeggianti del mare e della freschezza dell'aria.
(dal libro "Il gabbiano Jonathan Livingstone" di Richard Bach)





Chissà da quanto tempo questa barca, o quel che ne resta, giace lì. Sembra quasi che qualcuno ce l'abbia messa apposta e poi ricoperta di sabbia.... Mah, le stranezze della natura...


E imparai, con umiltà e fatica, ma imparai quello che dovevo fare, e che sarebbe stato ovvio per un bambino: la vita non è altro che un susseguirsi di tante piccole vite, vissute un giorno alla volta. Si dovrebbe trascorrere ogni giorno cercando la bellezza nei fiori e nella poesia e parlando con gli animali. E nulla può essere migliore di un giorno colmo di sogni e di tramonti e di brezze leggere. Imparai soprattutto che la vita è sedere su una panchina sulla riva di un fiume antico, con la mia mano posata sul suo ginocchio e a volte, nei momenti più dolci, innamorarmi di nuovo.Le Pagine della Nostra Vita, Nicholas Sparks