giovedì 13 giugno 2013

La cucina è per tutti o no?

Più riguardo a Julie & Julia
Ho preso questo libro un giorno che il catalogo di Mondolibri non aveva altro di interessante da proporre. E, adesso che ho finito il libro, non so se fidarmi a vedere il film...
Questa Julie Powell, che sembra aver avuto così tanto successo col suo blog, non capisco come possa definirsi scrittrice.
Scene raccapriccianti che secondo lei dovrebbero far ridere, decanta tanto Julia Child, ma ne rovina le ricette in modo ignobile.
Le descrive sommariamente e si permette di giudicarla quando rifiuta il suo invito a cena. Essendo ormai una signora molto avanti con l'età, la Child poteva anche avere delle remore a cenare a casa di una sboccata che ogni tre parole infila un improperio. In più poteva avere dei seri impedimenti dovuti alla salute.
Diciamo che l'unica cosa che si salva è l'ultima pagina, che mi ricorda che "la dote indispensabile per trovare la propria strada nel mondo... è la gioia."
Uno, prima di tutto, deve provare gioia per quello fa, nonostante la fatica e i rospi amari da ingoiare.

venerdì 7 giugno 2013

il bagnetto di una femminuccia

Mettendo a posto le vecchie foto dei miei lavori, mi sono accorta che ne mancavano alcune all'appello.

Ormai Elisabetta a settembre andrà in prima elementare, ma, a volte, mi sembra ieri che urlava appena sua mamma la rimetteva nel passeggino.

Questo è il davanti


 
 
 
 
Mentre dietro ho creato la scritta W IL BAGNETTO col blu e l'azzurro

 

 
 
 
 
Ecco il primo piano della scritta
 
 
 

lunedì 3 giugno 2013

allegro bagnetto




" La "ragazza" mi ha lasciato
è colpa mia!
Sono stato anche "bocciato"
e non andrò via
Passerò tutta l'estate Qui!
....compresi i Lunedì!
...quelli li odio di più...
non lo so, ma è così!.......
ODIO i LUNEDÌ
........i LUNEDÌ ! "

Cantava Vasco tanto tempo fa... Anche se sembra ancora ieri che la cantavo a squarciagola ascoltando la cassetta.

A proposito di cassetta, ieri mi è partito il lettore cassette dello stereo...
Finchè facevamo le pulizie io e il maritozzo, ascoltavo Eros (che lui odia di tutto cuore), fatto sta che, appena finito di spolverare, sono venuta via dalla sala e all'improvviso la cassetta è impazzita... La voce di Eros era sempre più deformata, fino a quando il lettore si è fermato e non è più partito... Subito ho chiesto al maritozzo se lui c'entrava qualcosa... Purtroppo non  l'ha nemmeno toccato, ma secondo me sono stati i suoi influssi negativi...

Vabbè, pasiensa, per fortuna mi resta ancora il registratore doppia cassetta che avevo quando ancora ero alle superiori.

Ma, parlando di cose più serie, domenica scorsa abbiamo battezzato il secondo maschietto di mia cugina e, dopo una maratona estenuante per riuscire a finirlo in tempo (ho terminato il punto scritto la mattina stessa) le ho regalato un accapatoio in spugna della stafil.




Ho scelto questo perché è l'unico in cui si possa ancora ricamare qualcosa di decente. In giro ne ho trovati tanti con pochissimo spazio ricamabile. Per caso voi ne avete trovati altri con spazio sufficiente per potersi sbizzarrire?


Non amando ricamare due volte lo stesso soggetto, ho cambiato i colori e modificato un po' il disegno sul davanti.



 
 
Ditero, invece, ho messo quest'adorabile orso che dorme. Appena l'ho visto me ne sono innamorata